Lara Franzoni 15 maggio 2014 0

6 regole per capire come comportarsi dopo un tradimento di coppia

Capire le proprie reazioni e quelle del partner: è possibile superare il tradimento? Dovremmo lasciarci? Qualche info con l'aiuto dello psicologo di coppia.

6 regole per capire come comportarsi dopo un tradimento di coppia

Il tradimento è un evento molto doloroso, ma non è sempre il segno di disinteresse: in ogni caso è un evento così difficile da gestire da poter provocare la fine di una storia.

Chi è stato tradito sente di aver subito una profonda ingiustizia, anche quando il tradimento è “solo” virtuale, tramite sms, chat o del tutto platonico.

Ma perché si arriva a tradire?

Il tradimento è un movimento in grado di ribaltare gli equilibri di potere all’interno della coppia: il tradimento cambia infatti il gioco relazionale tra i partner.

A volte il tradimento arriva dopo un periodo, anche felice, in cui nella coppia è cambiato qualcosa: progetti, trasferimenti o novità in famiglia. Oppure situazioni in cui gli equilibri di potere nella coppia erano in trasformazione, ad esempio a causa della perdita di un lavoro, di una malattia o anche per l’arrivo di un figlio.

Non sorprende quindi che molti partner, anziché rompere la relazione, si sforzino di comprendere per quale ragione ci si sia cacciati in tale situazione.

Ma più spesso ci si chiede se valga la pena di rilanciare il legame di coppia o se conviene invece investire su un nuovo partner. Per questo, dopo la scoperta del tradimento e una volta che il clima emotivo si è raffreddato, vale la pena capire alcune cose. Quando conviene fermarsi, quando ricominciare e quando invece conviene scappare a gambe levate?

Ecco 6 regole per capire “dove stiamo andando”: è possibile superare questa crisi e rilanciare il legame?

  1. Prima osservazione: lui parla dei problemi che ha avuto con voi prima del tradimento o parla solo del suo nuovo amore? Questo vi permette di capire se il tradimento è legato alla vostra relazione, se è una provocazione oppure se lui/lei è davvero innamorato di un’altra. Se il tradimento era un richiamo per voi, oppure se lui è con la testa già fuori di casa. Nell’ 90% dei casi, di innamoramento non c’è traccia.
  2. L’infedeltà può essere letta in molti modi: in alcune coppie il tradimento è una sirena che si fa scattare per dare uno scossone alla relazione, oppure una provocazione per distrarre l’altro dal lavoro, dalla famiglia di origine o da una grossa novità.. Questo atteggiamento, di solito non intenzionale, può essere un segnale del fatto che la relazione c’è ed è ancora importante per entrambi, ma sta attraversando un momento difficile. Qui l’importante è capire perché il partner ha dovuto arrivare a tradire per smuovere qualcosa.
  3. Dietro un tradimento c’è normalmente una crisi del legame: se i partner sono almeno in parte d’accordo su cosa ha scatenato la crisi, il problema è circoscritto e entrambi sono interessati a risolverlo, allora vale la pena soffermarsi a pensare come affrontarlo e uscirne. Se la coppia riesce a superare le difficoltà che stavano dietro al tradimento ecco che la storia ne uscirà potenziata.
  4. Non sentitevi in colpa se state valutando di ricucire la relazione: non è il caso che la vostra autostima cada ancora in picchiata.Non è stata colpa vostra e il tentativo di riparare una relazione dopo un tradimento non è una debolezza.
  5. In altri casi il tradimento è invece un segnale per questioni più serie. Tradire è un’azione in cui si rompe uno dei patti fondamentali: cioè l’idea di essere solo in 2. Se questa non è l’unica regola infranta, perché mancano altri mattoni di base come il rispetto, i progetti, la libertà dialogare, ecco che l’infedeltà potrà essere la goccia in grado di far traboccare il vaso.
  6. Attenzione se non è la prima volta. Se il tradire non è la punta di un iceberg, ma una costante nella relazione allora è necessario chiedersi cosa ancora di è disposti a sopportare e qual è il modello di coppia che si ha in mente.

Lui o lei non danno segni di pentimento, dispiacere o smarrimento dopo la scoperta di tradimento? Forse è il caso che prendiate voi in mano le redini della relazione per capire cosa desiderate.

QUANDO CONTATTARE LO PSICOLOGO

Il tradimento nella coppia è un fenomeno così dolorosamente diffuso da condurre la coppia alla ricerca di un aiuto esterno.

Ma quando è meglio contattare subito lo psicologo:

quando la coppia è incerta sul da farsi: non sa se è meglio lasciarsi o stare insieme

quando tra le conseguenze del tradimento la gelosia diventa difficile da gestire

quando vorresti lasciarti ma non riesci

quando non vuoi lasciarti ma stai male

quando il dolore che si prova non passa e inizia ad essere causa di depressione

non aspettare di ammalarti, chiama lo psicologo http://www.psicologiadicoppia.com/contatta-psicologa/

tradimento
come superare un tradimento
perdonare un tradimento
perchè si tradisce
tradimento psicologia
superare un tradimento
perchè un uomo tradisce
tradimento significato
come perdonare un tradimento
perdonare tradimento
si può perdonare un tradimento
segnali di tradimento
tradimento psicologia maschile
psicologia del tradimento
tradimento e perdono
separazione per tradimento
come affrontare un tradimento
superare tradimento
donne che tradisce il marito
crisi coniugale
tradimenti coniugali
come dimenticare un tradimento

 

Lascia un commento »