Lara Franzoni 10 ottobre 2014 0

Neo papà: come prepararsi al meglio per la nascita del primo figlio

Per i futuri papà la gravidanza non è l'ultimo periodo di libertà, ma un'avventura da seguire passo passo insieme alla crescita del pancione

Neo papà: come prepararsi al meglio per la nascita del primo figlio

I papà oramai vivono da protagonisti la gravidanza e ogni fase di preparazione alla nascita. Per loro esistono anche una serie di privilegi: sentire i primi calcetti, tagliare il cordone ombelicale, vedere il primo bagnetto e la prima pesata, fare le prime foto… insomma i papà sono alla ribalta dall’acquisto del corredino al corso pre-parto e oltre.

Ma come prepararsi al meglio per l’arrivo del primo figlio? Perchè prepararsi e attendere l’arrivo del bebè non significa togliere spontaneità all’evento, ma anzi riuscire a goderselo al meglio.

Esistono molti libri in commercio, da quelli più simpatici a quelli più pratici, qualche lettura serale è caldamente consigliata per formarvi un’opinione questioni più scottanti: ciuccio si o ciuccio no? ogni quanto si fa il bagnetto? che cos’è una colichetta?

Confrontarsi con altri genitori alle prime armi o che hanno avuto figli da poco tempo, vi aiuterà a non sentirvi soli o sconfortati alle prime fatiche. E’ fondamentale però parlare con amici sereni, che hanno voglia di condividere idee e consigli sulla loro paternità senza diventare ansiogeni o angoscianti. Molte persone, pur volendovi bene, tenderanno a presentarvi prima i problemi e le difficoltà che hanno vissuto, dimenticando che state vivendo e che anche loro hanno vissuto un periodo magico.

Fate tutto ciò che potete fare di pratico, prima della nascita, poichè nei primi tempi avrete poco tempo. Non procrastinate, ma sbrigate prima della nascita tutto ciò che potete: pulizia auto, lavori domestici, commissioni, piccoli viaggi e ogni altra incombenza. Pianificate qualche giorno di ferie non solo alla nascita ma soprattutto al ritorno a casa di mamma e bebè.

Verbalizzate alla vostra compagna quando volete essere coinvolti o se vi sentite esclusi: anche per lei è la prima gravidanza ed essere espliciti vi permetterà di vivere più serenamente questo bel momento.

Non abbiate timore o vergogna nel parlare al pancione: iniziare precocemente a interagire con vostro figlio è un meraviglioso segnale di intimità, interesse e intesa.

 

 

Lascia un commento »