Lara Franzoni 26 maggio 2014 0

Gelosia: il circolo vizioso

La gelosia è un sentimento molto comune e accompagna anche relazioni stabili e sane: nonostante questo, presenta sempre un carattere di irrazionalità e le emozioni che possono scaturire si rivelano spesso fonte di sofferenza.

Gelosia: il circolo vizioso

Per gelosia si intende la paura di vedersi sottratto l’oggetto d’amore sia dall’avversione verso chi ci sembra ricevere più attenzioni di noi. La gelosia non si manifesta solo nella coppia, ma anche in famiglia o sul lavoro o tra fratelli. La gelosia è molto diversa dall’invidia, dove non si ha timore di perdere l’amato, ma si desidera qualcosa che non si ha o non si ha più.

Esiste un circolo vizioso che può colpire la coppia in cui la gelosia è molto presente: più il partner è geloso, più l’altro scalpita per esprimere la sua indipendenza dai controlli, ad esempio desiderando fare cose da solo o in autonomia. Questo, ovviamente, non farà che insospettire ulteriormente il partner anche se l’altro è impegnato, solo, in azioni che nulla hanno a che vedere con infedeltà o tradimenti. Questo continuo circolo di controllo e indipendenza non fa che acuire le posizioni dei partners, rendendoli progressivamente sempre più distanti.

Le persone gelose sono spesso piene di sospetti, ma questo non significa che siano personalità fragili o sempre con bassa autostima. Senz’altro però i partner gelosi si sentono continuamente attivati dalla ricerca di potenziali minacce.
In alcuni casi la gelosia può diventare un elemento di rottura di un legame o indicare situazioni di difficoltà che la coppia vive; in questi casi è utile per la coppia valutare l’opportunità di chiedere una consulenza ad uno psicoterapeuta di coppia in grado di sostenere e aiutare ad uscire dalla crisi. La gelosia infatti è una delle ragioni per cui sovente i partner arrivano dallo psicologo di coppia, nel tentativo di arginare questo sentimento, oppure perché questo sta diventando deflagrante per la relazione. La gelosia infatti comporta un aspetto di ansia, agitazione, difficoltà di autocontrollo e liti con il partner che possano essere difficili da arginare in solitudine.

In casi più gravi la gelosia diventa una modalità patologica di maltrattare o tiranneggiare il partner: pensiamo ai casi di violenza domestica, dove la gelosia patologica è una delle forme che la violenza prende, anche assumendo la forma del delirio, dove vengono rivolte accuse e minacce al partner sospettato di tradimento. La gelosia patologica sfocia talvolta in episodi di violenza domestica trovando la sua forma più subdola e oscura: qui nella riservatezza delle mura domestiche vengono agiti comportamenti che mai sarebbero rivolti all’esterno e che troppo spesso rimangono impuniti.

Lascia un commento »